Un'idea da lanciare sul mercato
Un'idea da lanciare sul mercato

Che cosa fa di un'idea un prodotto di successo, capace di resistere alla concorrenza e alle continue oscillazioni dei gusti e del mercato?

 

Fare di una semplice bibita scura che fa le bollicine, una delle bevande più amate e conosciute in tutto il mondo è tutt'altro che un gioco da ragazzi. Quando il Sig. John Pemberton, inventore, impresario e chimico dello stato della Georgia (USA) inventò nel 1886 il famoso sciroppo scuro che poi, sembra per un errore di miscelazione, mescolò con acqua carbonata ottenendo la famosa Coca Cola, chi avrebbe potuto pensare che a distanza di 120 anni, questa bevanda avrebbe riempito ancora gli scaffali dei supermercati, sconfiggendo, apparentemente senza fatica, ogni tentativo di copia o di concorrenza? Dal momento della sua ideazione alla sua effettiva realizzazione, la vita di un prodotto è un complesso processo che va studiato attentamente, soprattutto nelle prime fasi di elaborazione del concetto. Il tutto ha origine da un'idea. Occorre prima di tutto avere ben chiaro il mercato a cui il prodotto si rivolge: quali sono i suoi acquirenti, quali bisogni intende soddisfare, su quale fascia di prezzo si colloca e quali alternative deve fronteggiare sul mercato. Il successo commerciale di un'azienda dipende dalla sua capacità di identificare i bisogni dei consumatori e di progettare e produrre prodotti e servizi che soddisfino questi bisogni in modo rapido ed efficace. Raggiungere questi scopi non è solo un problema commerciale, di progettazione o produzione, bensì un problema di sviluppo del prodotto che coinvolge tutte le funzioni aziendali. Ipotizziamo che, dopo un'attenta analisi di mercato, un'azienda di elettrodomestici decida di  andare incontro alle difficoltà di molte casalinghe che, prese da mille impegni, hanno sempre meno tempo da dedicare alla cucina e decida quindi di realizzare un fornello dotato di un sistema che mescoli automaticamente il cibo all'interno del tegame e si spenga automaticamente quando il cibo ha raggiunto il punto di cottura esatto. Nella prima fase di sviluppo, l'idea del "fornello intelligente" deve svilupparsi in un prodotto vero e proprio ed essere pronto per entrare sul mercato.  In questa fase di introduzione, occorre far conoscere il prodotto e conquistargli un suo spazio sul mercato. Attraverso un'attenta campagna di pubblicità e di promozione capace di attirare l'attenzione del pubblico e di creare in questo pubblico curiosità e interesse, il nuovo "fornello intelligente" viene immesso sul mercato. Passando per la fase di crescita in cui il prodotto vede aumentare la propria quota di mercato e la propria riconoscibilità, si approda alla fase di maturità. Dopo un certo periodo di permanenza sul mercato, il "fornello intelligente" è riuscito a raggiungere una certa stabilità nelle vendite, ma si trova ora fronteggiare la concorrenza di prodotti simili che nel frattempo sono stati ideati e lanciati sul mercato. Oramai sommerso da una quantità di prodotti concorrenti che, proprio per la loro novità, dispongono di una tecnologia ancor più avanzata e di potenzialità ancora maggiori, il "fornello intelligente" sembra essere destinato a scomparire dal mercato: le vendite diminuiscono progressivamente e il prodotto rischia di uscire dalla produzione. Si possono trovare nuove applicazioni del prodotto, identificare nuovi mercati di vendita, andare alla conquista di nuove nicchie di mercato oppure trasferire il marchio di riconoscibilità del prodotto a prodotti più innovativi e tecnologicamente avanzati. La nostra azienda potrà perciò decidere se apportare al "fornello intelligente" modifiche che lo rendano più innovativo e quindi capace di rispondere alle nuove esigenze dei consumatori, oppure se realizzare nuovi prodotti che, sfruttando la notorietà del loro predecessore, compongano una nuova generazione di "elettrodomestici intelligenti" capaci di soddisfare le esigenze sempre nuove dei loro consumatori. Filo conduttore di tutte le possibili strategie è comunque sempre l'innovazione. All'interno di un mercato sempre più dinamico e competitivo, innovare risulta essere non solo importante ma fondamentale per assicurare la sopravvivenza di un prodotto, di un marchio o di un servizio. L'innovazione deve generare prodotti e servizi che piacciano al mercato, che rispondano alle reali esigenze del cliente, e che siano diversi dai prodotti dei concorrenti. Concepire idee sempre nuove e progettare nuovi prodotti è un processo che richiede investimenti, in termini sia di risorse economiche che di risorse umane. Il rischio di questa operazione è sempre alto: ideare e sviluppare un prodotto che non piace e non vende o non dura sul mercato, significa gettare al vento ingenti quantità di tempo e di denaro.

 

Alice Zeni e Stefania Campogianni

Contacts
Drususallee 1/Viale Druso 1
Tel. +39 0471 055 055
Fax. +39 0471 055 059