​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​ ​JOBS​​CALLS​​​​​​​​PR​ES​S​​​​​​RESTRICT​E​D AREA

 NewsDetailWebPart

Quanta acqua abbiamo a disposizione nell’Euregio?
In Rofental, in Tirolo, dal 1998 al 2016 la stazione idrometrica di Vent ha registrato in media ogni estate il passaggio di circa 93 milioni metri cubi di acqua. Grazie a un modello messo a punto da ingegneri e fisici di Eurac Research e delle Università di Innsbruck e Trento è stato possibile stimare che il 79 per cento di questo volume d’acqua proviene dalla fusione di neve (44 per cento) e ghiaccio (35 per cento) dei ghiacciai delle Alpi Venoste (Ötztaler Alpen).
La Rofental è uno dei tre siti pilota, insieme alla val di Mazia in Alto Adige e alla val di Pejo in Trentino, dove i ricercatori hanno testato il loro metodo. “Per calibrare il modello abbiamo incrociato i dati ottici e radar dei satelliti europei Sentinel con dati misurati a terra”, spiega Mattia Callegari, parte del team di Eurac Research. “Ora abbiamo un sistema che, sulla base di parametri molto diversi tra loro come temperature e precipitazioni misurate da stazioni meteorologiche e mappatura della copertura nevosa estratta da immagini satellitari, restituisce una stima accurata della massa di neve che si accumula e si fonde su tutta l’area dell’Euregio”.
La stima dell’evoluzione giornaliera della massa di neve e del ghiaccio consente di calcolare il contributo della neve e dei ghiacciai sulla disponibilità di acqua per i vari usi potabili, agricoli ed energetici.
Non solo, questi dati permetteranno anche di prevedere quali saranno gli effetti del variare dell’accumulo di neve e del ritiro dei ghiacciai, dovuti ai cambiamenti climatici, sulla disponibilità delle risorse idriche.
Rispetto ai tradizionali modelli idrologici questo sistema garantisce maggiore robustezza perché “impara” e si calibra automaticamente in base alla serie storica dei dati misurati a terra e acquisiti da satelliti. All’aumentare delle informazioni che immagazzina ed elabora, le stime diventano infatti sempre più affidabili.

Lo studio è stato svolto nell’ambito del progetto di ricerca Cryomon (http://www.eurac.edu/it/research/projects/Pages/projectdetail4240.aspx)

Per maggiori informazioni: mattia.callegari@eurac.edu

02.07.2019

​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​QUICK LINKS
AWARDS

 ​​​
  FOLLOW US​​


​​


​ 
CONTACT

Viale Druso, 1 / Drususallee 1
39100 Bolzano / Bozen - Italy
How to reach us​
Tel: +39 0471 055 055
Fax: +39 0471 055 099
Email: info@eurac.edu
Partita IVA: 01659400210
Priv​acy
Host of the Alpine Convention