​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​ ​JOBS​​CALLS​​​​​​​​PR​ES​S​​​​​​RESTRICT​E​D AREA

 NewsDetailWebPart

“Per il posizionamento dell’Europa è decisivo il rapporto uomo-tecnologia”

Roland Benedikter di Eurac Research nel gruppo di esperti che nei prossimi tre anni
fornirà consulenza al Ministero federale per la formazione e la ricerca.

In Germania il Ministero federale per la ricerca e la formazione sta avviando un “processo di previsione” per individuare i temi chiave per il futuro e indirizzare le scelte strategiche. Quali effetti hanno sulla democrazia i rapporti tra uomo e tecnologia? E quali gli sviluppi nel campo dell'intelligenza artificiale o la crescente influenza dei nuovi media? Su temi come questi lavorerà nei prossimi tre anni una commissione di 16 esperti del mondo dell'economia, della scienza e della società civile. Il ruolo di questa commissione, presentata il 5 settembre a Berlino, sarà affiancare il ministero tedesco nella definizione delle strategie future. Tra gli esperti anche il politologo e sociologo Roland Benedikter di Eurac Research.

"Per il posizionamento dell'Europa, il binomio uomo - tecnologia sarà fondamentale nei prossimi anni. Attualmente sono in corso diverse guerre commerciali nel Pacifico e in parte anche nell'area atlantica. Ma questi conflitti sono legati solo sulla carta a questioni commerciali, in realtà è la ricerca della supremazia tecnologica a causare contrasti", così Roland Benedikter. "Soprattutto paesi extraeuropei come Cina, Stati Uniti e Arabia Saudita si assumono importanti rischi per rimanere in corsa”. 
Negli Stati Uniti, per esempio, il fondatore di Tesla Elon Musk ha creato la società Neuralink che intende collegare cervello umano e computer attraverso dei mini-elettrodi che dovrebbero potenziare le capacità cerebrali. Potrebbe sembrare fantascienza, ma questo sistema sarà testato prossimamente anche sugli esseri umani. La Cina si sta dedicando invece a intervenire sul DNA umano e nel 2017 l’Arabia Saudita ha riconosciuto la cittadinanza alla robot femmina Sophia.
Quale atteggiamento dovrebbe avere l’Europa in questa corsa? Qual è il confine etico da non superare? Si tratta di questioni centrali per l'economia, ma anche per la politica e la società. Per questo il Ministero tedesco per la formazione e la ricerca ha deciso di occuparsi di questi temi con il supporto di un gruppo ad hoc di esperti. La commissione dedicata al futuro si occuperà principalmente di due questioni cruciali: che futuro vogliono la Germania e l'Europa? E cosa ci aspetta, indipendentemente dalle decisioni del governo?

"Viviamo in un mondo sempre più contraddittorio, confuso e vulnerabile. Per me, previsione strategica significa esplorare le possibilità di azione da un punto di vista etico", spiega Benedikter e continua. "Per me, l'etica della reversibilità è cruciale, questo significa che le generazioni future devono ancora poter cambiare e, se necessario, invertire le decisioni di oggi. Considero la mia partecipazione a questo gruppo anche un’occasione per portare in Alto Adige la discussione sulle future questioni europee”.

Al Center for Advanced Studies di Eurac Research, Roland Benedikter si occupa di questioni rilevanti per il futuro e dei processi di cambiamento sociale. I ricercatori del centro affiancano questioni di rilevanza regionale a sfide globali.

06.09.2019

Per ulteriori informazioni: Ieva Kudure, ieva.kudure@eurac.edu, tel 0471 055801

Foto: BMBF/Hans-Joachim Rickel

​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​QUICK LINKS
RICONOSCIMENTI

 ​​​
  FOLLOW US​​


​​


  
CONTATTI

Viale Druso, 1 / Drususallee 1
39100 Bolzano / Bozen - Italy
Come raggiungerci​
Tel: +39 0471 055 055
Fax: +39 0471 055 099
Email: info@eurac.edu
Partita IVA: 01659400210
Priv​acy
Host of the Alpine Convention