​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​Youtube.jpgFacebook_2015.pngTwitter.jpg​​​​Linkedin​​​ ​JOBS​​CALLS​​​​​​​​PR​ES​S​​​​​​RESTRICT​ED AREA

 NewsDetailWebPart

Plurilinguismo: alla ricerca del tesoro
Uno studio di Eurac Research, unico nel suo genere, indaga le competenze plurilingui degli studenti altoatesini.

Chi impara una nuova lingua impara molto altro, su questo la scienza non ha dubbi. Studiare una lingua permette di acquisire diverse doti – consapevolezza linguistica, flessibilità e apertura mentale - che aiutano in generale a imparare e usare nuove lingue straniere. Tutte queste abilità costituiscono le competenze plurilingui. Queste competenze sono già state descritte dalla teoria, quello che finora mancava era un metodo per cogliere la ricchezza linguistica nell’uso pratico. Uno studio di Eurac Research colma questa lacuna. Nelle scuole secondarie di primo e secondo grado dei tre gruppi linguistici, i ricercatori studieranno quali repertori linguistici abbiano a disposizione gli studenti e in che modo li utilizzino. I risultati saranno uno strumento prezioso anche per sviluppare metodi efficaci per la didattica plurilingue.

In una società sempre più sfaccettata, sono molte le persone che nella loro vita quotidiana utilizzano diverse lingue. Non importa di quale lingua o varietà linguistica si tratti, queste persone sviluppano abilità molto utili nel rapportarsi con le lingue straniere. Ad esempio: flessibilità e apertura mentale nel confronto con un interlocutore che parla un’altra lingua, sensibilità linguistica e dimestichezza con la lingua, sguardo attento alle differenze e alle similitudini fra le lingue. Il plurilinguismo migliora le competenze comunicative, obiettivo ufficialmente riconosciuto dall’Unione europea. Ad oggi le abilità e le risorse che il plurilinguismo porta con sé sono state descritte in maniera teorica dal Centro europeo per le lingue straniere di Graz, ma non è ancora chiaro come possano essere colte dal punto di vista empirico. Per questo promuoverle è così difficile, come spiega Dana Engl, linguista di Eurac Research: “Se non si riesce a considerare e descrivere l’insieme di queste competenze, come è possibile elaborare delle strategie didattiche efficaci, definire gli obiettivi di apprendimento o valutare i progressi?”.  
Per lo sviluppo di una valida didattica plurilingue - cioè di metodi di insegnamento che siano trasversali alle diverse lingue e sappiano coglierne le sfumature - i risultati dello studio in corso sono di grande interesse.
Inizialmente i ricercatori somministreranno a dodici classi (due classi delle medie e due delle superiori per ognuno dei tre gruppi linguistici) un questionario dettagliato: quali lingue utilizzi in quale contesto? Con quale lingua sei cresciuto? Con quale ti senti più a tuo agio? Sulle base di queste e altre domande, i ricercatori vogliono scoprire quanto ricchi e ampi siano i repertori linguistici degli studenti. Le classi linguisticamente più vivaci (una classe per ogni scuola) verranno successivamente invitate al “villaggio linguistico” che si terrà all’interno di Eurac Research. Qui i ragazzi affronteranno situazioni che richiedono competenze plurilingui, come passare da una lingua all’altra, trasmettere informazioni in lingue diverse, agganciarsi a lingue conosciute per capire il significato di un testo scritto in una lingua sconosciuta. Sotto l’occhio attento dei ricercatori, i ragazzi dovranno mettere in gioco il loro repertorio di competenze linguistiche e attingere a tutte le loro possibilità. Alla fine gli studenti stessi dovranno valutare la loro prestazione. Ai ricercatori, infatti, interessa anche sapere quanto i ragazzi siano consapevoli del loro potenziale. I primi risultati dello studio saranno disponibili nel corso dell’estate.  

31.01.2017

CONTACT
Drususallee 1/Viale Druso 1
39100 BOZEN-BOLZANO
Tel. +39 0471 055 100
Fax. +39 0471 055 199
​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​QUICK LINKS
RICONOSCIMENTI

 COME RAGGIUNGERCI 

 
CONTATTI

Viale Druso, 1 / Drususallee 1
39100 Bolzano / Bozen - Italy
Tel: +39 0471 055 055
Fax: +39 0471 055 099
Email: info@eurac.edu
Partita IVA: 01659400210
Newsletter​           Priv​acy
Host of the Alpine Convention