​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​Youtube.jpgFacebook_2015.pngTwitter.jpg​​​​Linkedin​​​ ​JOBS​​CALLS​​​​​​​​PR​ES​S​​​​​​RESTRICT​ED AREA
Skip Navigation LinksHome > Benvenuti > Ricerca > Progetti > projectdetails
projectdetails

 ProjectDetail

Educazione multiculturale nelle regioni di confine (MEB) - Valutazione e promozione linguistica di bambini con contesto migratorio Obiettivi Descrizione Partner Materiali di studio Bibliogafia Pubblicazione Finanziato da Contatto Obiettivi

 

Lo scopo del progetto consiste nel documentare il comportamento linguistico di bambini stranieri nella scuola primaria e di sviluppare degli ausili decisionali per la diagnosi e la promozione linguistica degli stessi, con particolare attenzione all'appropriata combinazione tra affiancamento individuale e lavoro in piccoli gruppi, partecipazione alla vita in classe e alle attività extrascolastiche, basandosi su case-studies pilota. Accanto alla creazione di alcuni centri linguistici attualmente in via di realizzazione sul territorio altoatesino, che dovrebbero offrire un sostegno ad hoc per bambini stranieri, il progetto MEB è anch'esso espressione dell'attenzione con cui le diverse istituzioni locali affrontano la questione.

Le questioni rilevanti per la ricerca sono fra le altre: quali situazioni e quali comportamenti dimostrano che l'integrazione linguistica è riuscita? Quali metodi o combinazioni di metodi consentono di trarre delle considerazioni esaustive sulle conoscenze linguistiche e sulle capacità comunicative dei soggetti in questione? Come si possono trarre esperienze e conoscenze per una promozione linguistica adeguata in base a indagini linguistiche?

 

Durata

2006 - 2010 (finanziato da Interreg IIIC: 2006 - 2007)

Descrizione

Analisi del contesto

Alcune classi di tre scuole primarie in lingua tedesca che collaborano al progetto saranno monitorate per alcuni mesi e si procederà alla raccolta di esperienze e case studies (per esempio di bambini che imparano molto facilmente o, viceversa, stentatamente una lingua) attraverso interviste e colloqui con insegnanti, mediatori culturali, genitori e bambini. Ne risulterà una selezione di osservazioni, esempi di buone pratiche e case studies.

 Verifica delle competenze linguistiche

Il comportamento linguistico e le competenze comunicative dei bambini saranno monitorati, analizzati e documentati attraverso metodi diversi. Un momento cruciale del monitoraggio sarà rappresentato dalle osservazioni che saranno effettuate in un arco temporale di alcuni mesi e che consentiranno di documentare i processi di azione e reazione linguistica nel contesto scolastico. Accanto alle osservazioni in classe si sfrutteranno le informazioni raccolte attraverso le interviste a genitori e insegnanti per una corretta valutazione del contesto, poiché notoriamente l’integrazione linguistica non si realizza, nella maggior parte dei casi, a scuola. Inoltre si effettueranno dei test linguistici accanto ad auto- ed eterovalutazioni. Allo scopo si impiegheranno test e strumenti preesistenti ma anche materiali adattati o creati ex novo. Accanto alla valutazione delle conoscenze della lingua di insegnamento che nel caso dei bambini stranieri rappresenta già una seconda lingua o una lingua straniera, si darà spazio anche alla lingua d’origine con l’ausilio dei mediatori culturali di molteplici istituzioni. Grazie alla giustapposizione di prospettive diverse fra loro (bambini, insegnanti, genitori, osservatori) e all’attenzione ai fattori sia intra- sia extralinguistici (conoscenze linguistiche, contesto sociale, correlazione fra educazione e successo scolastico…) si otterrà un quadro esaustivo dello stato e dello sviluppo linguistico dei soggetti di indagine che potrà offrire spunti per la realizzazione di programmi di sostegno personalizzati. A conclusione del progetto si provvederà a descrivere le strategie di testing e di osservazione che potranno essere applicate anche a lungo termine. 

Raccolta di materiali e metodi

Attraverso la raccolta di materiali di studio si offriranno agli insegnanti stimoli per l'organizzazione delle proprie lezioni e per la gestione di progetti. Una bibliografia sul tema "promozione linguistica di bambini stranieri" consentirà agli interessati di approfondire la materia.

Partner Boder Region Delta Rhodopi, Thrace, Greece Kally Simitopoulou Region North-Karelia, Finland Harri Laukkanen Materiali di studio

Materiale didattico per la sensibilizzazione degli insegnanti:

Data la crescente presenza di bambini stranieri nelle scuole altoatesine, si fa sempre più urgente la necessità di sviluppare nel personale docente competenze interculturali.

Heimat.pdf

Junge_Nachtvogel.pdf

Krieg_spielen.pdf

Stammtisch.pdf

Trauerfeierlichkeiten.pdf

Was_bin_ich.pdf

 

Materiale didattico dal progetto "Grüß Gott! Ich bin ein Polyglott":

Questo progetto interculturale è stato realizzato nel corso dell'anno scolastico 2006/07 nella scuola media di Salorno, in virtù del crescente numero di iscritti stranieri.

 

Märchen.pdf

Rezepte.pdf

Dick_Whittington.pdf

 

Materiali per la materia complementare "apprendimento interculturale":

L'idea centrale del materiale per la materia complementare è quella di rappresentare la propria cultura in seno a un'altra cultura in modo che l'identità culturale si rafforzi e diventi allo stesso tempo aperta a tutto ciò che è diverso da essa.

 

Material 1_Informationen Vorbereitung.pdf

Material 2_Beispiele Einladungen.pdf

Material 3_Zur Nachbereitung.pdf

 

 UE 1_Wie ist die Welt entstanden und wie sieht sie aus.pdf

UE 2_Worin und warum unterscheiden sich Menschen.pdf

UE 3_Es gibt verschiedene Sprachen und Schriften.pdf

UE 4_Überall auf der Welt gibt es Bräuche und Feste.pdf

UE 5_Wir hören von verschiedenen Religionen.pdf

UE 6_Was ist Kinderarbeit.pdf

 

giochi grammaticali (metodo Montessori)

Materiale didattico per l'apprendimento ludico delle categorie grammaticali.

 

Montessori_Wortartenmärchen.pdf

 

"Eine Reise durch den Balkan": resoconto del progetto

Questo progetto, condotto presso il Lehranstalt für Wirtschaft und Tourismus (LEWIT) di Ora durante l'anno scolastico 2006/07, è stato presentato alla Giornata delle porte aperte.

 

Balkan Schmelztiegel.pdf

Historische Entwicklung.pdf

Kroatien Tourismus.pdf

Südtirol - Mazedonien.pdf

 

 

Bibliogafia
Una bibliografia sul tema "promozione linguistica di bambini stranieri" consentirà agli interessati di approfondire la materia.

 

MEB_bibliography.pdf

Pubblicazione
  • Abel, Andrea; Guadatiello, Angela; Plathner, Franziska (2009): Sprachenlernen in der Migration. Chancen und Herausforderungen für Lehrkräfte und Schulen. In: Info 2009/11, p. 18-19 (pdf)

 

  • Presentazione dei risultati (21/01/2008, EURAC) (pdf)

 

  • Presentazione: Was müssen LehrerInnen können und kennen? Die Rolle der LehrerInnen beim kindlichen Erwerbsprozess mehrerer Sprachen unter Migrationsbedinungen; Sixth International Conference on Third Language Acquisition and Multilingualism Bozen; Andrea Abel, Angela Guadatiello, Franziska Plathner; Sep. 2009
Finanziato da

Il progetto si svolge in collaborazione con l' Intendenza Scholastica Tedesca della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige.

 

Il progetto è promosso nell'ambito dell'iniziativa comunitaria Interreg IIIC all'interno dell'organizzazione quadro regionale "Change on Borders".

                              

Contatto
Andrea Abel
+39 0471 055 121
andrea.abel@eurac.edu

​​​

​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​QUICK LINKS
RICONOSCIMENTI

 COME RAGGIUNGERCI 

 
CONTATTI

Viale Druso, 1 / Drususallee 1
39100 Bolzano / Bozen - Italy
Tel: +39 0471 055 055
Fax: +39 0471 055 099
Email: info@eurac.edu
Partita IVA: 01659400210
Newsletter​           Priv​acy
Host of the Alpine Convention