Institutes & Centers

Istituto per il management pubblico - News & Events - “Nuova normalità – vecchie sfide?” Convegno 07.09.2021

08 settembre 21

“Nuova normalità – vecchie sfide?” Convegno 07.09.2021

Boccia: “L’autonomia è un’opportunità e lo statuto è un’opportunità doppia”

  • Italiano

Simposio Eurac con ospiti di alto profilo: oltre a Brigitte Zypries, prima donna a ricoprire la carica di ministra tedesca dell’economia, e Flora Kröss, presidente del consiglio di amministrazione dell’azienda di servizi energetici Alperia, Francesco Boccia, ministro per gli affari regionali e le autonomie nel governo Conte bis, il presidente della Provincia Arno Kompatscher, l’assessora provinciale Waltraud Deeg e Kurt Promberger, direttore dell’Istituto per il management pubblico di Eurac Research. Temi trattati le grandi sfide della politica e della pubblica amministrazione: la digitalizzazione della pubblica amministrazione, la semplificazione amministrativa, la sostenibilità ecologica, sociale ed economica con attenzione ai livelli di governo locale, la presenza delle donne nella politica locale (misure di gender equality e conciliazione lavoro famiglia per rafforzare la capacità delle donne di influenzare i processi decisionali e le politiche pubbliche).

Boccia ha invocato la necessità di un cambio di paradigma per la transizione digitale, ecologica e sociale del nostro paese tematizzata nel PNRR. Al centro dell’attenzione: lo sfruttamento dei fondi europei, puntando su meccanismi di perequazione fra nord e sud, la coesione territoriale e sociale, puntando su politiche di ripopolamento dei territori rurali e dei piccoli centri abitati, così presenti anche nella Provincia di Bolzano, e la collaborazione istituzionale stato regioni province autonome. “ Lo Stato centrale deve fidarsi un po’ di più dei territori”. “L’autonomia è un’opportunità e lo statuto è un’opportunità doppia” per cui l’attuazione del principio di sussidiarietà richiede di assegnare ai governi locali le risorse senza passare per i bandi. Per esempio, riguardo alla transizione digitale… ha affermato” se penso ai 40.000 plessi scolastici le risorse le devo dare a loro.”

Secondo Boccia l’emergenza Covid ha posto drammaticamente al centro l’impreparazione del sistema pubblico a garantire i servizi alla persona, in primis la sanità e la scuola. “Il covid, nella sua tragicità, ci ha sbattuto in faccia alcuni doveri…non potremo mai più, per vincoli di bilancio, comprimere i diritti universali come la salute e la scuola.” Boccia ha aggiunto che “la digitalizzazione spinta della scuola resta una delle priorità più urgenti”.

1 - 3
Josef Bernhart, vice-direttore Istituto Public Management; Francesco Boccia, Ministro italiano per gli Affari regionali e le autonomie sotto il governo Conte II© ingrid heiss kontakt: info@ingridheiss.com - ingrid heiss
Brigitte Zypries, Prima ministra tedesca per l’Economia e l’energia; Josef Bernhart, vice-direttore Isituto per il management pubblico; Francesco Boccia, Ministro italiano per gli Affari regionali e le autonomie sotto il governo Conte II© ingrid heiss kontakt: info@ingridheiss.com - ingrid heiss
Francesco Boccia, Ministro italiano per gli Affari regionali e le autonomie sotto il governo Conte II© ingrid heiss kontakt: info@ingridheiss.com - ingrid heiss

Nuova normalità - vecchie sfide? Convegno 07.09.2021

Other News & Events

1 - 10
Institute