M_Risk

Pericoli naturali in montagna: gestione del rischio e responsabilità

  • Deutsch
  • English
  • Italiano
  • Project duration: September 2020 - December 2022
  • Project status:
    Approval by the Scientific Committee

Il desiderio di essere maggiormente a contatto con la natura spinge sempre più persone a trascorrere del tempo in montagna. Per quanto questa tendenza possa essere incoraggiante, porta allo stesso tempo ad un aumento degli incidenti in montagna. A tal riguardo, emergono questioni complesse inerenti al concetto di responsabilità affinché la natura sia resa il più possibile tangibile per “il bene” della legge. Quanto questo compito sia difficile è reso evidente dalla dicotomia intrinseca presente tra natura e legge: la natura è imprevedibile, mentre la legge è rigida e in qualche modo goffa nella sua normatività.

Questo progetto mira quindi ad avvicinare natura e diritto attraverso la ricerca interdisciplinare e una migliore comprensione reciproca. Più nello specifico, l'obiettivo è quello di determinare quali categorie nell'ambito del diritto penale possano essere utilizzate in modo più flessibile per fornire risposte più precise ad alcune domande sulle responsabilità in montagna.

In montagna non si può mai escludere un rischio residuo permanente. Inoltre, gli incidenti alpini sono spesso il risultato di una stretta interazione tra vittima e autore del reato. Ciò implica che ci si allontani da una prospettiva unicamente centrata su chi compie il reato e che si incorporino nella valutazione penale le azioni auto-responsabili della vittima.

Nel progetto verrà innanzitutto restituita una panoramica aggiornata della legislazione e della giurisprudenza sulla situazione giuridica in Italia e in Austria, dal punto di vista del diritto comparato. La ricerca si concentrerà sul rischio residuo e sulla rilevanza giuridica della auto-responsabilità come criterio di limitazione della responsabilità. Nella misura in cui il diritto penale italiano è caratterizzato da un atteggiamento paternalistico a riguardo, una discussione mossa dall’approccio austriaco più liberale può fornire preziosi stimoli all'Italia.

Successivamente verrà affrontata un'analisi di questi aspetti dal punto di vista delle scienze naturali e sociali. Verrà condotta una ricerca empirica quali-quantitativa sul comportamento e le convinzioni delle persone in ambiente alpino, con particolare attenzione alla percezione del rischio e alla psicologia del processo decisionale. È fondamentale determinare in che misura ciò possa essere rilevante per la definizione legale della responsabilità personale. Gli studi empirici quantitativi e qualitativi sui processi decisionali psicologici in montagna devono essere integrati in questa valutazione giuridica e contribuire a una risoluzione più adeguata e più equa dei problemi di responsabilità secondo il principio della colpa.

La conoscenza e la percezione dei rischi in montagna giocano un ruolo fondamentale per un processo decisionale responsabile. Inoltre, il concetto di "rischio residuo" sarà analizzato anche dal punto di vista delle scienze naturali. La concettualizzazione giuridica dei risultati della ricerca individuerà infine come tradurre la sfida di stabilire la colpevolezza in modo ragionevole ed equo.

I risultati contribuiranno alla discussione scientifica in materia nell'ambito delle scienze giuridiche, sociali e naturali. Infine, il progetto mira anche a sviluppare linee guida, buone pratiche e raccomandazioni, implementabili al di là di questo specifico progetto. Lo scopo è quello di creare una "cultura del rischio" tra la popolazione e aumentare la resistenza rispetto ai pericoli naturali in ambiente alpino. Una partecipazione trasparente ai processi di governance del rischio aumenterà la consapevolezza della popolazione e della società in materia di rischio e, di conseguenza, la sicurezza in montagna.

Persona di contatto: Lydia Pedoth lydia.pedoth@eurac.edu

Partner
Leopold Franzens University Innsbruck
Libera Università di Bolzano
Università di Trento

Progetto finanziato da

Team del progetto
1 - 4

Projects

1 - 6
Project

NEXOGENESIS

Facilitare la prossima generazione di policy efficaci e intelligenti relative all'acqua utilizzando ...

Duration: August 2021 - October 2021Funding:
Societal Challenge (Horizon 2020 /EU funding /Project)

view all

Institute's Projects

Istituto
Eurac Research logo

Eurac Research è un centro di ricerca privato con sede a Bolzano, Alto Adige. I nostri ricercatori provengono da una vasta gamma di discipline scientifiche e da tutte le parti del globo. Insieme si dedicano a quella che è la loro professione e vocazione – plasmare il futuro.

Cosa facciamo

La nostra ricerca affronta le maggiori sfide che ci attendono in futuro: le persone hanno bisogno di salute, energia, sistemi politici e sociali ben funzionanti e un ambiente intatto. Queste sono domande complesse e stiamo cercando le risposte nell'interazione tra molte discipline diverse. In tal modo, il nostro lavoro di ricerca abbraccia tre temi principali: le regioni adatte a vivere, la diversità come elemento di miglioramento della vita, una società sana.

Great Place To Work
ISO 9001 / 2015
ISO 9001:2015
05771/0
ISO 27001
ISO 27001:2013
00026/0
ORCID Member

Nel rispetto del regolamento (UE) 2016/679, ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso usa il tasto "maggiori informazioni".

Privacy Policy