SLAPNEA

Conseguenze mal-adattive della respirazione periodica notturna in alta quota

  • Deutsch
  • English
  • Italiano
SLAPNEA
  • Project duration: July 2020 - December 2022
  • Project status: ongoing
  • Funding:
    Public institutions (Other projects /Project)
  • Total project budget: 400.037,75 €

Gli esseri umani che dormono in alta quota (HA) sperimentano comunemente la respirazione periodica (PB), caratterizzata da apnee che si alternano a periodi di iperventilazione. PB è una conseguenza dell'aumentata ventilazione polmonare ad HA, che riduce la tensione arteriosa di CO2 (PaCO2) verso la soglia di apnea. Durante il sonno, una piccola ulteriore riduzione di PaCO2 innesca un'apnea vera, seguita da una esagerata iperventilazione che ripristina PaCO2 sotto la soglia apneica e avvia l'apnea successiva.

Il nostro obiettivo consiste nell’indagare se la PB contribuisca in parte alla risposta mal-adattativa all'HA le cui ragioni sono attualmente comprese in modo incompleto, tra cui l'attivazione del sistema nervoso simpatico, il mal di montagna acuto e il deterioramento della qualità del sonno.

Sedici volontari sani trascorreranno una notte di familiarizzazione in una camera ipossica ad un'altitudine simulata di 4.000 m. Quattro settimane dopo, completeranno due soggiorni di tre notti alla stessa altitudine, di nuovo separati da almeno quattro settimane. In uno, il PB notturno sarà prevenuto aumentando leggermente la frazione di CO2 nell'aria inspirata e impedendo così alla PaCO2 di scendere al di sotto della soglia apneica, mentre nell'altro soggiorno la CO2 inspiratoria non sarà alterata. L'ordine dei soggiorni verrà randomizzato e i soggetti non ne saranno a conoscenza. Prima della familiarizzazione e alla fine dei soggiorni misureremo l'attività del nervo simpatico muscolare mediante microneurografia sia in normossia che in ipossia e dopo l'inibizione con chemoreflex da parte dell'O2 puro. La sensibilità di Baroreflex sarà valutata nello stesso momento con il metodo dell'incidenza del burst. Durante i soggiorni saranno monitorati i sintomi del mal di montagna acuto, le specie reattive di O2 (ROS) misurate nel sangue venoso e la qualità del sonno registrata mediante polisonnografia.


Our partners
Project Team
1 - 7
Eurac Research logo

Eurac Research è un centro di ricerca privato con sede a Bolzano, Alto Adige. I nostri ricercatori provengono da una vasta gamma di discipline scientifiche e da tutte le parti del globo. Insieme si dedicano a quella che è la loro professione e vocazione – plasmare il futuro.

Cosa facciamo

La nostra ricerca affronta le maggiori sfide che ci attendono in futuro: le persone hanno bisogno di salute, energia, sistemi politici e sociali ben funzionanti e un ambiente intatto. Queste sono domande complesse e stiamo cercando le risposte nell'interazione tra molte discipline diverse. In tal modo, il nostro lavoro di ricerca abbraccia tre temi principali: le regioni adatte a vivere, la diversità come elemento di miglioramento della vita, una società sana.

Great Place To Work
ISO 9001 / 2015ISO 9001:2015
05771/0
ISO 27001ISO 27001:2013
00026/0
ORCID Member

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.

Nel rispetto del regolamento (UE) 2016/679, ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso usa il tasto "Privacy Policy".

Privacy Policy