People

Peter P. Pramstaller

Peter P. Pramstaller

Peter P. Pramstaller

Head of Institute
Istituto di biomedicina

T 105 550 1740 93+

About

Peter P. Pramstaller è il fondatore e direttore dell'Istituto di Biomedicina. Come neurologo clinico, ricercatore biomedico e manager, negli ultimi 20 anni ha avuto l'opportunità e il privilegio di supervisionare e coordinare grandi progetti di ricerca interdisciplinari e di lavorare in rete con la comunità clinico-scientifica internazionale e l'industria.


Ha studiato Medicina all'Università di Innsbruck e ha proseguito la sua formazione post-laurea e la sua specializzazione in Neurologia all'Università di Verona, Heidelberg e al National Hospital of Neurology and Neurosurgery, Queen Square, Londra. Dal 2003 è entrato a far parte della facoltà di medicina dell'Università di Lubecca (Germania), dove attualmente è professore associato.


L'obiettivo principale della sua ricerca è la genetica molecolare dei disturbi del movimento, con particolare attenzione ai comuni disturbi neurodegenerativi legati all'età come il morbo di Parkinson (PD). Dopo il suo ritorno dal Queen Square (1993-1995) ha iniziato un progetto di neuroepidemiologia su larga scala sul Parkinson e disturbi correlati (NEPT-Study) in Alto Adige, applicando la genealogia con una combinazione di epidemiologia e genetica. Forte del successo di questi studi familiari, nel 2002 ha avviato il "Programma Sanitario GenNova", una vasta indagine in due fasi volta a caratterizzare l'epidemiologia genetica delle malattie mendeliane e complesse in isolati geografici della popolazione altoatesina (MICROS-Study). Nel 2004 GenNova è diventato l'Istituto di Medicina Genetica, concentrando i suoi studi sulle analisi genetico-epidemiologiche tra gli isolati della popolazione altoatesina. Nel 2009 l'istituto è diventato l'odierno Istituto di Biomedicina, che nel 2011 ha lanciato lo studio CHRIS (Cooperative Health Research In South Tyrol), un grande studio di popolazione prospettico, incentrato sulla comprensione di come l'interazione tra fattori quali la variazione genomica, metabolomica e ambientale contribuisca alla salute e alla malattia umana.


Peter P. Pramstaller crede fortemente nella transdisciplinarietà, nella convergenza e nella sinergia. Così, accanto alla sua ricerca biomedica e al suo focus clinico-traslazionale, ha un forte interesse nello sviluppo e nell'applicazione di nuovi modelli di leadership e di management nella scienza e nella sanità.


LinkedIn profile ​​​​​​​

Google Scholar profile

PubMed profile


Publications:

Rettet die Medizin: Wie Ärzte das Ruder wieder selbst in die Hand nehmen können. Mit einem Geleitwort von Fredmund Malik

Rescue the Doctor: What Doctors Urgently Need to Know About the New World of Health Care

Doctors need lessons in management

​​​​​​​

MAGAZINE Science Stories that Inspire

article

L’ottimista soffre meno

Come i temperamenti affettivi influiscono sulla percezione del dolore

news

Contrastare la cardiomiopatia aritmogena

Individuata una molecola che riduce gli accumuli di grasso nelle cellule cardiache