X-RISK-CC

Come adattarsi alla variazione degli estremi meteorologici e dei rischi composti associati nel contesto del cambiamento climatico

  • Deutsch
  • English
  • Italiano
X-RISK-CC

Negli ultimi anni, le Alpi sono state colpite da eventi climatici estremi senza precedenti, come ondate di calore, forti piogge e temporali/tempeste, che hanno avuto gravi impatti sull'ambiente, sulle persone e sull'economia. I rappresentanti dei territori alpini colpiti, riferiscono che questi eventi hanno in molti casi sovraccaricato i loro sistemi di gestione del rischio. La portata e l'intensità inaspettate di questi eventi estremi possono infatti comportare impatti "multipli" ed “effetti domino” (più impatti che si verificano contemporaneamente e\o consecutivamente), con conseguenze complesse, di lunga durata o addirittura irreversibili.

Benché sia emersa di recente l'evidenza scientifica che il cambiamento climatico è in parte responsabile dell'aumento dell'intensità e della frequenza di questi eventi complessi, la gestione dei loro impatti a cascata e dei rischi connessi rappresenta ad oggi una sfida. A livello territoriale, i pericoli multipli non sono considerati nelle strategie di mitigazione del rischio (Disaster Risk Reduction). I piani di adattamento agli eventi estremi dovuti al cambiamento climatico (Climate Change Adaptation), dove esistono, sottostimano gli effetti domino ed i rischi multipli causati dagli eventi estremi e spesso mancano di soluzioni concrete.

X-RISK-CC vuole aiutare i responsabili della gestione del rischio ed i vertici politici dello Spazio Alpino ad affrontare i complessi rischi dovuti agli eventi climatici estremi, sviluppando azioni locali e linee guida transnazionali. Le azioni si baseranno su dati raccolti in tutto l’arco alpino, e sui più recenti studi scientifici relativi agli eventi estremi passati e futuri. Le misure per migliorare gli attuali strumenti di gestione del rischio saranno sviluppate insieme ai responsabili della gestione del rischio in cinque aree pilota (tra cui due aree transfrontaliere). I risultati del progetto saranno sviluppati e diffusi in collaborazione con il WG8 EUSALP e il PLANALP della Convenzione delle Alpi. Il partenariato X-RISK-CC comprende enti gestori del rischio regionali, autorità nazionali, membri di EUSALP e PLANALP/ACB della Convenzione delle Alpi e scienziati. Il progetto risponde esplicitamente alla necessità di condividere conoscenze, azioni e soluzioni per la gestione degli eventi estremi nel contesto del cambiamento climatico. Questo si rifletterà anche nel programma di lavoro del WG8 EUSALP 2023-24.

In recent years, the Alps have been affected by unprecedented weather extremes such as heatwaves,heavy rains and storms with severe impacts on the environment, humans and the economy. The Alpine territories involved in the project report that such events overstrained their risk management capacities. The unexpected magnitude and intensity of these extremes can in fact cause ‘compound’ impacts and domino effects (more than one impact happening simultaneously or subsequently) that turn into complex, long-lasting or even irreversible consequences. While there is recent scientific evidence of climate change (CC) attribution to the increasing intensity and frequency of such events, knowledge and management of their cascading impacts and risks are still insufficient. On the regional level, such events are not considered in current Disaster Risk Reduction (DRR) mechanisms. Climate Change Adaptation (CCA) plans, if they exist, often underestimate domino effects and compound risks related to extreme events and miss concrete solutions. X-RISK-CC helps risk managers and policy makers across the AS to address the compound risks of CC-related extremes by developing local actions and transnational guidelines. They are based on newly generated and harmonized Alpine-wide data and knowledge on past and future extremes. The actions for upgrading current risk management instruments are designed with risk managers in five pilot areas in the AS (incl. two cross-border areas). The project outputs are co-developed by and disseminated through EUSALP AG8 and PLANALP of the Alpine Convention (AlpConv). X-RISK-CC partnership includes regional risk managers, national authorities, members of EUSALP and PLANALP/ACB of AlpConv and scientists. It explicitly responds to the need for common knowledge, actions and solutions for managing extremes under CC that will be expressed in the EUSALP AG8 2023-24 work programme.

Related News
1 - 3
Project Partners
1 - 9
Project Team
1 - 9
Stefan Steger

Stefan Steger

Vice Manager
Stefan Steger

Stefan Steger

Team Member

Projects

1 - 3
Project

RETURN

RETURN - multi-Risk sciEnce for resilienT commUnities undeR a changiNg climate

Duration: - Funding: Other National funding (National ...

view all

Institute's Projects

Center