Emissioni totali del settore riscaldamento

Le informazioni sulle emissioni totali del settore del riscaldamento, suddivise per i diversi combustibili fossili utilizzati, consentono di comprendere il contributo di combustibili come il gas naturale, il gasolio e il carbone alle emissioni totali di gas serra. Questo consente di valutare l'impatto delle diverse fonti energetiche sul cambiamento climatico. L'analisi di questa ripartizione è fondamentale per sviluppare strategie di riduzione delle emissioni nel settore del riscaldamento. Questo obiettivo può essere raggiunto aumentando l'efficienza energetica degli edifici e utilizzando più energia rinnovabile nei singoli edifici o attraverso sistemi di teleriscaldamento.

  • Deutsch
  • Italiano
MONITORAGGIO DEL PIANO CLIMA ALTO ADIGEby

Il grafico mostra l'andamento storico delle emissioni di CO₂e nel settore del riscaldamento dal 2010 al 2019 e il trend previsto fino al 2030.

Le emissioni sono classificate in base ai diversi combustibili fossili per il riscaldamento. Dal 2010 si nota una tendenza alla diminuzione delle emissioni di CO₂e nel settore del riscaldamento.

Poiché a oggi non esistono obiettivi specifici di riduzione delle emissioni di CO₂e per il settore del riscaldamento, il grafico ipotizza in modo semplificato che le emissioni di CO₂e debbano essere ridotte del 55% entro il 2030 rispetto al 2019, come è stato stabilito per il percorso complessivo delle emissioni.

Piano Clima 2040 Obiettivi

    • Ridurre l’impiego di gas e derivati del petrolio nel riscaldamento del 60% entro il 2030 e dell’85% entro il 2037.
    • Ridurre del 20% il fabbisogno termico e procedere alla sostituzione di gas e derivati del petrolio con vettori energetici climaticamente neutri per raggiungere l’obiettivo di cui al punto precedente.
    Piano Clima 2040 ̶ Campo d'azione riscaldamento

    Cosa significa CO₂e?

    CO₂ equivalente (CO₂e) è un'unità di misura che standardizza l'impatto climatico dei vari gas serra. Oltre al più importante gas serra causato dall'attività umana – l'anidride carbonica (CO₂) – esistono gas serra come il metano o il protossido di azoto. I diversi gas non contribuiscono all'effetto serra nella stessa misura e rimangono nell'atmosfera per tempi diversi. Per rendere confrontabili gli effetti dei diversi gas serra, il gruppo di esperti delle Nazioni unite (Intergovernmental Panel on Climate Change, IPCC) ha definito il cosiddetto "Global Warming Potential". Questo indice esprime l'effetto di riscaldamento di una certa quantità di un gas a effetto serra in un determinato periodo di tempo (di solito 100 anni) rispetto a quello della CO₂. Le emissioni di gas serra possono quindi essere convertite in equivalenti di CO₂ e misurate. Gli equivalenti di CO₂ sono indicati con l'abbreviazione "CO₂e".

    Per maggiori informazioni: IPCC

    Indicatori correlati

    Science Shots Eurac Research Newsletter

    Get your monthly dose of our best science stories and upcoming events.

    Choose language