null

magazine_ Videostory

1

Aria di casa

Gli inquinanti dell’aria più comuni e i sistemi per ridurre il rischio di esposizione in un video

08 February 2022

L’anidride carbonica è il più diffuso, ma è piuttosto innocuo. La formaldeide è tra i più nocivi, ma la sua presenza non è molto comune. Il video prodotto da Eurac Research nell’ambito del progetto New Air dà una panoramica per immagini dei più comuni inquinanti che potrebbero pregiudicare la qualità dell’aria di casa nostra. Conoscere le loro caratteristiche è importante per ridurre al minimo il rischio di esposizione e salvaguardare la nostra salute.

L’attenzione alla qualità dell’aria degli ambienti interni è cresciuta negli ultimi anni. Uno studio pubblicato nel 2001 da ricercatori americani ha dimostrato che una persona trascorre in media l'87 per cento del suo tempo all'interno degli edifici e circa il 69 a casa. Queste percentuali non sono certamente diminuite negli ultimi anni, soprattutto da quando conviviamo con la pandemia. Per questo la ricerca si sta concentrando sempre di più sulle soluzioni che possono migliorare il nostro benessere abitativo e la salubrità delle case: studia metodologie di ventilazione innovative e nuove logiche di controllo in grado di combinare comfort e salute con il risparmio energetico. Per raggiungere questo obiettivo i ricercatori e le ricercatrici di Eurac Research impegnati stanno lavorando al fianco di alcune aziende nel progetto New Air finanziato dalla Provincia autonoma di Bolzano. Il progetto punta anche a sensibilizzare i “non esperti” sull’importanza di conoscere gli inquinanti più comuni, le loro fonti e la loro pericolosità, in modo da adottare i provvedimenti necessari a ridurre la loro concentrazione e valutare quando è bene affidarsi agli esperti. Per gli addetti ai lavori sono previste attività formative che puntano a far conoscere le tecnologie più avanzate in tema di qualità dell’aria negli ambienti interni.

Il progetto


Il progetto “NEW-AIR: Nuovo approccio per una qualità degli ambienti interni energeticamente efficiente: ricerca e aziende fanno sistema in Alto Adige” è finanziato dal programma POR FESR 2014–2020 della Provincia autonoma di Bolzano (progetto numero 1116). Altre informazioni e pubblicazioni relative al progetto sono disponibili nella sezione Progetti del sito dell’Istituto per le energie rinnovabili di Eurac Research: https://www.eurac.edu/it/institutes-centers/istituto-per-le-energie-rinnovabili/projects/new-air

Tags

Istituti & Center


Related Content

article

Le cose da sapere sull’aria che respiriamo nelle nostre case

Come monitorarla, come migliorarla

news

Riprogrammazione efficace delle cellule tumorali

Uno studio dimostra l'efficacia di una molecola contro il leiomiosarcoma - l'aggressivo cancro dei tessuti molli - e identifica alcuni geni che permettono una prognosi migliore

ScienceBlogs
28 February 2022imagining-futures

We may have already seen the healthiest generations

Maarten Jan Wensink
news

Soluzioni verdi in città

Come idearle e realizzarle al meglio in Europa

Related Research Projects

1 - 10
Eurac Research logo

Eurac Research è un centro di ricerca privato con sede a Bolzano, Alto Adige. I nostri ricercatori provengono da una vasta gamma di discipline scientifiche e da tutte le parti del globo. Insieme si dedicano a quella che è la loro professione e vocazione – plasmare il futuro.

Cosa facciamo

La nostra ricerca affronta le maggiori sfide che ci attendono in futuro: le persone hanno bisogno di salute, energia, sistemi politici e sociali ben funzionanti e un ambiente intatto. Queste sono domande complesse e stiamo cercando le risposte nell'interazione tra molte discipline diverse. In tal modo, il nostro lavoro di ricerca abbraccia tre temi principali: le regioni adatte a vivere, la diversità come elemento di miglioramento della vita, una società sana.

Great Place To Work
ISO 9001 / 2015ISO 9001:2015
05771/0
ISO 27001ISO 27001:2013
00026/0
ORCID Member

Except where otherwise noted, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.

Nel rispetto del regolamento (UE) 2016/679, ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso usa il tasto "Privacy Policy".

Privacy Policy