Die CHRIS-Teilnehmerin versucht, die Geruchsprobe zu identifizieren.
i

Tra i vari test previsti dallo studio sulla salute CHRIS in corso in val Venosta c’è quello dell’olfatto. Sulla base dei dati di oltre 13.000 persone si possono analizzare le correlazioni tra i disturbi olfattivi, i dati genetici e alcune diagnosi.

© Eurac Research | Tiberio Sorvillo

magazine_ Interview

1

“L’olfatto potrebbe servire come sistema di allarme precoce per il Parkinson e l’Alzheimer”

Intervista con il neuroscienziato Johannes Frasnelli

25 January 2023by Barbara Baumgartner

Il neuroscienziato Johannes Frasnelli, visiting professor all’Istituto di biomedicina, studia le connessioni tra cervello e olfatto. In questa intervista spiega come i disturbi olfattivi potrebbero aiutare nella diagnosi precoce delle malattie neurodegenerative, perché i profumi spesso ci fanno viaggiare nel tempo e per quale ragione i dati dello studio di popolazione CHRIS sono un “tesoro” per la sua ricerca.

Related People

Johannes Frasnelli

Tags

Istituti & Center


Related Content

article

La bellezza della struttura

Un neuroscienziato spiega gli affascinanti progressi della microscopia.

news

Contrastare la cardiomiopatia aritmogena

Individuata una molecola che riduce gli accumuli di grasso nelle cellule cardiache