ScienceBlogs
Home

iMONITRAF! Il monitoraggio 2022 indica traffico sul Brennero ai livelli pre-Covid-19

1
1
iMONITRAF! Il monitoraggio 2022 indica traffico sul Brennero ai livelli pre-Covid-19
null - © Adobe Stock/franke 182

Il network iMONITRAF! raccoglie dal 2005 dati di monitoraggio relativi alle condizioni di traffico lungo i principali corridoi transalpini, incluso il Brennero. Dopo due anni di riduzione dei flussi a causa della pandemia da Covid-19, i dati del 2022 mostrano un quasi totale ritorno alle condizioni pre-pandemiche (si veda il report annuale iMONITRAF! 2023).

Il corridoio autostradale del Brennero, comprensivo della sezione italiana, austriaca e tedesca tra Verona e Monaco di Baviera, è uno delle principali vie di transito transalpino in termini di veicoli leggeri e pensanti transitanti ogni anno. Nel 2019 (ultimo anno prima della pandemia da Covid-19), una media di oltre 32.000 veicoli al giorno transitavano alla stazione di monitoraggio di Brennersee/A13 in Tirolo. Di questi, circa 25.000 erano veicoli leggeri e oltre 7.000 erano veicoli pesanti. Se si considera invece la stazione di monitoraggio di Brennero-Vipiteno (in Alto Adige), i valori sono parzialmente differenti a causa dei diversi metodi di classificazione dei veicoli applicati in Italia e Austria, oltre che per la presenza del terminal RoLa a Brennersee che sposta parte dei veicoli pesanti dalla strada alla ferrovia (cliccare qui per un approfondimento).

Con l’arrivo della pandemia da Covid-19 nel 2020 e le relative limitazioni alla mobilità si sono registrate sensibili diminuzioni dei flussi di traffico. Facendo riferimento ai dati della stazione in Brennersee/A13 in Tirolo, nel 2020 si è registrata una diminuzione complessiva del 34% rispetto al 2019: -42% nel numero di veicoli leggeri e -10% nel numero di veicoli pesanti. Nel 2021, tale diminuzione è stata meno evidente ma sempre presente, con un -24% complessivo rispetto al 2019, composto da un -30% per i veicoli leggeri e -4% per i veicoli pesanti. Dopo questo biennio, i dati relativi al 2022 hanno evidenziato un quasi totale ritorno alla condizione pre-Covid-19. Quasi 32.000 veicoli, leggeri e pesanti, sono tornati nuovamente a transitare giornalmente in media alla stazione di Brennersee/A13, ritornando così ai valori del 2019. I dati relativi al 2023 verranno raccolti dal gruppo iMONITRAF! durante il 2024.

Image 1 of 2
Numero medio giornaliero di veicoli leggeri (sinistra) e pesanti (destra) per i principali corridoi transalpini (dati relativi a una stazione di monitoraggio di riferimento). Fonte: report annuale iMONITRAF! 2023© Dianin Alberto
Image 2 of 2
Numero medio giornaliero di veicoli leggeri (sinistra) e pesanti (destra) per i principali corridoi transalpini (dati relativi a una stazione di monitoraggio di riferimento). Fonte: report annuale iMONITRAF! 2023© Dianin Alberto

Sebbene questa tendenza sia comprensibilmente legata all’alleggerirsi della condizione pandemica, essa solleva una riflessione. Partendo dagli scenari sviluppati dal gruppo iMONITRAF! nel “Alpine Freight Transit Traffic iMONITRAF! scenario 2030” e tenendo in considerazione quelli afferenti al “BPC Scenario 2030”, il report annuale iMONITRAF! 2022 ha formulato degli “indicatori obbiettivo” per il numero di veicoli pesanti transitanti annualmente lungo il Brennero. Nello specifico, si è posto un obbiettivo di 2,05 milioni di veicoli pesanti all’anno per il 2030 (nel 2019 erano 2,69). Questo valore tiene conto degli studi sopra menzionati e assume un ulteriore incremento d’efficienza del 15% per quanto concerne il fattore di carico medio dei veicoli pesanti, considerato di 18,4 tonnellate/veicolo (invece che 16,0 come ipotizzato dagli scenari BCP 2030). Mentre la riduzione dei flussi avvenuta nel 2020 e 2021 poteva risultare in linea con tale obbiettivo, l’incremento vissuto nel 2022 mette in dubbio l’ipotesi di un suo raggiungimento entro il 2030.

alt© Dianin Alberto
“Indicatore obbiettivo” definito dal gruppo iMONITRAF! per il numero complessivo annuo di veicoli pesanti (HGV) lungo il Brennero al 2030 (e relativi dati fino al 2022). Fonte: report annuale iMONITRAF! 2023
Alberto Dianin

Alberto Dianin

Alberto Dianin ha conseguito la laurea magistrale in architettura presso l'Università IUAV di Venezia nel 2017, attualmente è dottorando in trasporti e pianificazione territoriale presso la Vienna University of Technology. Dal 2018 lavora come ricercatore per Eurac Research. Qui elabora progetti europei e locali, articoli scientifici per riviste internazionali e presentazioni per conferenze tecniche. Dal 2022 è, inoltre, project manager di progetti di ricerca di base e applicata relativi all'accessibilità nelle aree rurali.

Tags

  • mobilità

Citation

https://doi.org/10.57708/biwgh9bmdtvk8urftnbojca
Dianin, A. iMONITRAF! Il monitoraggio 2022 indica traffico sul Brennero ai livelli pre-Covid-19. https://doi.org/10.57708/BIWGH9BMDTVK8URFTNBOJCA

Related Post

Raccolta, coltivazione e lavorazione delle erbe selvatiche: un inestimabile patrimonio di conoscenze
ScienceBlogs
regionalstories

Raccolta, coltivazione e lavorazione delle erbe selvatiche: un inestimabile patrimonio di conoscenze

Ricarda SchmidtRicarda Schmidt
Un Border Collie cammina dietro tre pecore
ScienceBlogs
regionalstories

Allevamento e addestramento di cani da pastore

Ricarda SchmidtRicarda Schmidt
Il Pfluagziachn di Stelvio e altre usanze
ScienceBlogs
regionalstories

Il Pfluagziachn di Stelvio e altre usanze

Ricarda SchmidtRicarda Schmidt