null

magazine_ Article

1

Il conto di un inverno con poca neve si paga nella bella stagione

Presentata una applicazione web che monitora le riserve d'acqua sotto forma di neve su tutte le Alpi

i

Il conto di un inverno secco e caldo come quello passato si paga nella bella stagione, quando chi ha bisogno di acqua per vari usi deve dividersi risorse sempre più scarse. Le conseguenze sono evidenti anche a valle delle montagne: il fiume Po a Piacenza (Isola Serafini), giugno 2022.

© null | Pierlino Bergonzi

Pierlino Bergonzi
30 June 2022

Un team composto da ricercatori e imprenditori di MobyGIS, Eurac Research, e Sinergise, finanziati dall’Agenzia spaziale europea, ha realizzato il primo servizio che monitora quanta riserva d’acqua si accumula nella neve sulle montagne di tutte le Alpi e fornisce mappe in real time ad alta risoluzione. Il prototipo si può testare gratuitamente per circa sei mesi prima della commercializzazione.

Related People

Mattia Callegari

Alexander Jacob

Tags

Istituti & Center


Related Content

interview

“La sostenibilità dei dati è la nuova frontiera della ricerca”

Incontri tra discipline: intervista alla fisica Claudia Notarnicola e al medico d’emergenza Giacomo Strapazzon

news

Cambiamenti climatici in Alto Adige: online una nuova piattaforma con dati e grafici

Il “Monitoraggio dei cambiamenti climatici in Alto Adige” utilizza indicatori selezionati per rendere visibili i cambiamenti del clima e i loro effetti

ScienceBlogs
21 October 2022imagining-futures

Von marktfähiger zu weltfähiger Innovation