null

magazine_ Article

1

Alto medioevo in Alto Adige

La bioarcheologia suggerisce scambi con altre popolazioni e dieta varia

Ivo Corrà
© Eurac Research | Ivo Corrà
20 December 2022by Valentina Bergonzi

Uno studio di paleogenetica condotto sui resti scheletrici di 94 individui rinvenuti in 11 siti archeologici sparsi tra val Venosta, val Isarco, valle dell’Adige e Merano e risalenti al periodo tra il V e il XII secolo d.C. suggerisce che le persone si spostavano e si mescolavano, pur con alcune interessanti differenze all’interno del territorio. Anche la dieta era varia. Per arrivare a queste conclusioni, il gruppo di ricerca ha analizzato il DNA mitocondriale completo, cioè il DNA che si trasmette per linea materna, e alcuni isotopi che danno informazioni sulla dieta e sulla mobilità.

Related People

Valentina Coia

Alice Paladin

Tags

Istituti & Center


Related Content

ScienceBlogs
22 November 2022imagining-futures

(Ma)donne con la melagrana: nuove narrative per un antico simbolo

interview

"Abbiamo un debito”

Incontri tra discipline: intervista al giurista Marc Röggla e all'esperto di Asia Günther Cologna.